martedì 21 agosto 2012

Gara all'amatriciana.



Finalmente L'Amatrice Configno ,convinto il buon Marco Bucci a seguirmi nell'impresa ,partiamo da Roma e dopo un paio d'ore volate via fra una chiacchiera e l'altra arriviamo alla nostra meta.
Ritirati i pettorali decidiamo di lasciare la macchina all'arrivo a Configno e di tornare a piedi alla partenza sperando che per strada qualcuno si muova a compassione e ci dia un passaggio fino ad Amatrice.
Mettiamo in opera la nostra strategia e mentre saliamo verso Configno una macchia gialla al lato della strada ci viene incontro e.... ci sembra ,ma si... è lui ,un blogtrotters ,il mitico Mauro Battello ,ci fermiamo saluti e abbracci e riprendiamo il nostro cammino.
Parcheggiamo la macchina all'ombra di un alberello ci cambiamo e cominciamo a incaminarci verso Amatrice ,poche centinaia di metri e sentiamo il rombo di un auto che sta scendendo ,Marco veterano di tante battaglie butta il pollicione fuori e una Panda primo modello si ferma e ci concede un passaggio .
Spazio angusto occupato dalle borse dei due simpaticissimi "ragazzi"che provenivano dall'Aquila,ma a noi andava più che bene  ,arriviamo ad Amatrice e congedati  gli Aquilani con tanti in bocca al lupo per la gara ci dirigiamo verso la zona partenza ed incontriamo un altro blogtrotters ,compagno di tante gare il buon Francos con la inconfondibile maglia e bandana arancio .
Con lui ed altri cominciamo un riscaldamento in attesa del via ,sono quasi le 16 ci incolonniamo dietro la riga di partenza, incontro un paio di amici con cui mi fermo a chiacchierare e mi perdo il Bucci....pazienza.


Si parte i Keniani davanti i comuni mortali dietro,tutto tranquillo fino al 3°km poi comincia la salita ,fa caldissimo e la maggior parte della strada e in pieno sole ,cerco di prendere un passo costante cercando di tenerlo fino al traguardo,ho la bocca arsa, finalmente al 5°km il ristoro con acqua con cui mi doccio e mi disseto,sto meglio continuo in crescendo ,sorpasso molte persone ,mi sorprendo , non sono stanco e il passo aumenta da solo,quasi non ci credo ultimi 500 metri sprint finale per rosicchiare qualche secondo e taglio il traguardo in 41 e rotti alla media di 4'52" al Km .
Si poteva fare qualcosa di più,ma non conoscevo il tracciato e il gran caldo mi aveva un pò intimorito,ma sono molto soddisfatto più che per il tempo per la tenuta di gara e la progressione finale, buon segno.(grazie Marco)
Ci si cambia e al ritorno a Roma ci fermiamo alle terme di Cotilia per riempire alcune bottiglie con acqua termale ,quelle che puzzano di uova marce e hanno il sapore di zolfo ,ma Marco dice che fanno bene e siccome gli credo anche adesso chiudo il naso e ingoio l'acqua sperando nei suoi benefici effetti.
Una giornata da ricordare per l'ottima compagnia e la bellissima gara che consiglio a tutti di provare,
e adesso il pensiero va alla prossima gara ,sabato prossimo la temuta Arrampicata di Tolfa ,9 km di salita con ultimi km  tipo rampa di garage,forse viene anche Marco ,io comunque ci sarò giusto per confermare che a noi globtotters  se non è facile non ci piace.
A presto

13 commenti:

  1. ormai anche tu sotto con la montagna e le scalata ;)

    RispondiElimina
  2. ottimo esordio amatriciano ;)
    un piacere ritrovarsi, come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si sono soddisfatto ,un po caldino ma va bene così.
      E'vero,è sempre piacevole ritrovarsi e condividere anche se per pochi minuti le nostre emozioni.

      Elimina
  3. Mo te cellulo x la Tolfa... ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OK,aspetto tue notizie.
      Mi fa molto piacere che hai deciso di venire,ci speravo.

      Elimina
  4. Max , vedo che anche te ne fai di salite,è satta una bella gara ma troppo calda, ciao alla prox.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima gara un po caldino ma alla fine sopportabile.
      Comincio a prenderci gusto alle corse in salita.
      Non vieni a Tolfa ,dai...basta una telefonata per isciversi il numero è sul sito.
      Un abbraccio

      Elimina
  5. ti manca pure la speta per un trittico da paura... :)

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. 2 anni fa feci Jennesina e Speata ,la Speata è stata durissima in confronto l'Amatrice -Configno è una gara in discesa.
      Però a distanza di tempo mi piacerebbe rifarla.
      quando ci si incontra?

      Elimina
  7. certo che correre alle 16........ posso solo immaginare il caldo.
    complimenti per il coraggio

    RispondiElimina
  8. Grazie Nino,ma la bellezza del percorso e la voglia di competere hanno mitigato la difficoltà temperatura che comunque si è fatta sentire.

    RispondiElimina